CONSULENZA PSICOLOGICA

La consulenza psicologica è un servizio di orientamento, che presenta un campo di competenza amplissimo e spesso non conosciuto, che può aiutare tutti nella conoscenza di Sé e nel raggiungimento di propri obiettivi, desideri e nell’individuare eventuali bisogni inespressi che, rivelati,  possono poi essere appagati.

La consulenza psicologica può quindi lavorare nel settore aziendale (selezione, formazione, gestione risorse umane, ecc.); nel sociale (es. gestire dei percorsi di riabilitazione per pazienti psichiatrici, o percorsi di recupero presso le comunità); nella crescita personale (gestire gruppi o singoli su tematiche quali autostima, comunicazione, coaching, relazioni di coppia, problematiche adolescenziali, autoconsapevolezza, ecc.); nel benessere individuale o collettivo (attivando servizi per: la gestione dello stress, la comunicazione e competenza relazionale, consapevolezza dell’apprendimento e autostima scolastica, il controllo del peso, del fumo, migliorare le relazioni di coppia, e per aiutare in un periodo di tempo delimitato, le persona a gestire eventi della vita critici come lutti, malattie o separazioni ecc.).

Lo psicologo interviene in momenti di difficoltà ma in assenza di patologia, allo scopo di dare alla persona nuovi strumenti per gestire emotivamente o cognitivamente, o entrambi, la situazione di difficoltà.

Alcuni esempi possono essere: Matrimonio in crisi; Relazione con i figli adolescenti; Aiuto nell’elaborazione di un lutto; Momenti di svolta della propria vita; Normali difficoltà relazionali; Aumento della propria sensazione di autoefficacia; Capirsi e conoscersi meglio; Miglioramento di alcuni aspetti della propria personalità; Gestione dello stress.

In tutti questi casi non si sta effettuando una terapia, ma un intervento psicologico, in quanto gli obiettivi che vengono fissati non sono di cura, ma di potenziamento delle risorse.

Utilizzando le proprie competenze lo psicologo può lavorare efficacemente in moltissimi ambiti, tra cui citiamo:

  • Crescita personale: con corsi, gruppi o anche incontri individuali allo scopo di lavorare per la crescita emotiva, cognitiva,  relazionale, attraverso il potenziamento di Autostima;  Intelligenza emotiva;  Autoefficacia; Creatività.
  • Benessere psicofisico: attraverso Controllo del peso;  Controllo dell’abitudine al fumo;  Cambiamento delle abitudini in genere;  Gestione dello stress;  Controllo e gestione delle emozioni;
  • Clinico, con Interventi sulla famiglia;  Riabilitazione cognitiva;  Riabilitazione psicosociale;  Valutazioni cliniche;   Perizie;  Diagnosi;
  • Sociale, Nelle Comunità,   Scuole;   Carceri;   Immigrazione;  con gli Anziani;
  • Psicologia del lavoro o aziendale, nella  Selezione del personale;  Gestione delle risorse umane;  Formazione.

Lo Psicologo è quindi la figura di riferimento professionale per tutti coloro che desiderano monitorare e migliorare il proprio benessere psicologico, potendo essere di aiuto nell’ottimizzazione della qualità della vita, nel supporto alle normali crisi di crescita o nell’adattamento agli eventi più significativi. Si possono rivolgere allo psicologo le persone che desiderano ridurre lo stress relativo alla dimensione lavorativa, comprendere e risolvere i normali conflitti relazionali; oltre a tutti coloro che vogliono aumentare generalmente il senso di consapevolezza riguardo alla loro vita e alla realizzazione di se stessi. Un altro ambito di competenza è l’applicazione nello sport e nella preparazione psicofisica degli atleti. Per tutti questi motivi, come sosteneva Winnicott, un importante autore della psicologia, tutti, almeno una volta nella vita dovrebbero sperimentare un colloquio psicologico, per potersi vedere, nel proprio funzionamento psichico, attraverso gli occhi di uno specialista, e da lì iniziare o portare avanti la riflessione sul proprio Sé.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>